Passa ai contenuti principali

RIPULIRE LA MENTE - INTERVISTA A VALENTINA NOCITO

Ascolta "Ripulire la mente. Intervista a Valentina Nocito" su Spreaker.


Immagine presa da https://www.stateofmind.it/2018/01/ripulitamente-pulizia-errori-pensiero/


"Non c'è niente di buono o di cattivo, è il pensiero che lo rende tale". Con questa citazione di William Shakespeare ho dato il via all'intervista con la dott.ssa Valentina Nocito, psicologa e psicoterapeuta, nonché autrice del libro "Ripulitamente".

La dott.ssa Nocito - attraverso il suo approccio cognitivo-comportamentale - ha spiegato cosa e quali sono gli errori di pensiero, ovvero le distorsioni cognitive. Si tratta di idee irrazionali  circa il vissuto di un soggetto alle quali consegue una reazione emotiva e comportamentale.

Un evento vissuto (A) dà vita ad una serie di miei pensieri (B) che comportano delle conseguenze emotive e comportamentali (C). Tali emozioni e comportamenti possono essere positive o negative. In quest'ultimo caso, laddove - ad esempio - si prova rabbia, ansia, voglia di vendicarsi ecc., è bene soffermarsi e lavorarci su...

Quali sono i principali errori di pensiero?

Nell'intervista la dott.ssa Nocito ha parlato di DOVERIZZAZIONI, ASTRAZIONE SELETTIVA, ETICHETTAMENTO, GENERALIZZAZIONI, LETTURA DEL PENSIERO, ECC.

Come modificare un pensiero irrazionale?

A tal proposito, la psicoterapeuta ha fatto presente che ci sono degli interrogativi da porsi. Tali interrogativi ce li ha spiegati sotto forma di esempi.

Nota dolente, ma nello stesso tempo interessante, di tutti questi pensieri irrazionali sono le emozioni che  - come sottolineato dall'autrice - "danno colore alle nostre esperienze e quando qualcosa non sposa i nostri gusti o aspettative, possiamo darci la possibilità di prendere noi un foglio bianco, pennelli e colori e cominciare da capo!".

Ti invito, pertanto, ad ascoltare la puntata e per acquistare il libro (dove troverai anche degli esercizi molto carini) puoi cliccare sull'immagine seguente 👇

Commenti

Post popolari in questo blog

LA COMUNICAZIONE EFFICACE

Di seguito, ti riporto alcuni miei appunti utilizzati per un corso che ho tenuto con parenti e caregiver che fanno assistenza ai malati di Alzheimer.  Ad ogni modo, sono utili per tutte le situazioni in cui si comunica. Fanne tesoro! 😊
Cos’è la comunicazione?
Comunicare significa mettere in comune, esprimere, esternare, creare relazioni con altri esseri umani, dare forma di messaggio a idee, sentimenti e vissuti personali. Il fine della comunicazione è quello di produrre un comportamento. La messa in atto di questo comportamento è quello che ci dirà se la nostra comunicazione è andata a buon fine o meno.
MODALITA’ COMUNICATIVE La comunicazione avviene su tre livelli che coprono, a loro volta, diverse percentuali. Come evidenzia il successivo grafico, si può osservare come la comunicazione non verbale copre uno spicchio abbastanza ampio rispetto la comunicazione verbale e para-verbale.




Vediamo, di seguito, i vari tipi di comunicazione
LA COMUNICAZIONE VERBALE
La comunicazione verbale utilizza i…

AUGURI PAPA'!

Ascolta "La parola ai papà e ai figli" su Spreaker.



Un anno fa decisi di fare una puntata del mio podcast dedicandola a tutti i papà del mondo; chiesi, pertanto, ai miei ascoltatori se avevano voglia di condividere con me la loro esperienza di figli e/o padri.

La voglio ritrasmettere in questo 19/03/2020, in questo momento storico particolare che tutti noi stiamo vivendo; in una giornata che avevamo immaginato diversamente per e con i nostri papà...magari con una deliziosa zeppola ed un buon pranzo o cena! E invece ciò non è possibile...per chi non vive con i genitori come la sottoscritta è una festa del papà differente...strana!

Ad ogni modo, voglio cancellare tale malinconia augurando buona festa del papà a tutti i "Papindi" (il mio papà lo chiamo così!) del mondo: a chi ce l'ha lontano, ai figli che sono diventati nel frattempo papà e ai papà che ci guardano da lassù.

Ci risentiamo presto con una nuova puntata! 👊

GLI INTERLOCUTORI DIFFICILI

Ascolta "I folletti fastidiosi" su Spreaker.



“C’era una volta un villaggio devastato, dove la maggior parte degli abitanti era scappata via per colpa di nove folletti di nome Colpevolo, Manipolo, Schiacciolo, Invidiolo, Tacciolo, Lamentolo, Tradignolo, Assignolo e Saccolo. Questi folletti, a causa del loro carattere difficile, avevano allontanato tutti. Colpevolo istillava sensi di colpa, lamentandosi di continuo con gli altri abitanti per eventuali loro mancanze; Manipolo era molto bravo con le parole e con l’ambiguità del loro significato: era in grado di far cadere tutti ai suoi piedi e di fare agli altri quello che in realtà toccava fare a lui; Schiacciolo era meglio non toccarlo: per ogni cosa o motivo interagiva con gli altri con prepotenza, urla, svalutazioni e col sarcasmo; Invidiolo voleva sapere a tutti i costi tutto delle altre persone entrando nella loro vita in modo ossessivo; Tacciolo stava sempre lì sordo e muto, privo di parole: nessuno degli abitanti di quel v…